crema pasticcera con due uova | zuccotto gelato misya | rotolo di frittata misya | Rotolo di frittata vegetariana | lumaconi ripieni misya | zuccotto di misya | tomini elettrici chiaverano
Login

Accedi per ricette999 per salvare le tue ricette preferite

Se non sei ancora registrato, registrati ora!

Password Dimenticata?

Ingredienti qb Cacao Amaro In Polvere 4 hg Formaggio Cremoso 100 g Gocce Di Cioccolato qb Liquore All' Arancia 50 g Mandorle 250 g Pan Di Spagna 80 g Zucchero A Velo Preparazione 250 g di pan di Spagna, 100 g di gocce di cioccolato (facoltative), 400 g di Fiorello Locatelli, 50 g di mandorle tritate, 80 g di zucchero a velo, cacao amaro, liquore all'arancia. PREPARAZIONE 1) Mettete il Fiorello in una ciotola, unitevi lo zucchero a velo, le mandorle tritate, 100 g di pan di Spagna tagliato a dadini e le gocce di cioccolato, se le usate. 2) Mescolate delicatamente quindi mettete un terzo del composto in un'altra ciotola e unitevi 2 cucchiai di cacao. 3) Con il pan di Spagna rimasto, tagliato a fette sottili leggermente spruzzate di liquore, oderate l'interno di uno stampo da zuccotto. Distribuitevi la crema bianca tutt'intorno lasciando uno spazio vuoto al centro dove metterete la crema al cacao. 4) Livellate le 2 creme, aiutandovi con una spatola, e chiudete lo zuccotto con il pan di Spagna rimasto. Ponete lo stampo in frigo per qualche ora. Al momento di servire, sformate lo zuccotto, spolverizzate con cacao amaro e decorate a piacere. © Riproduzione riservata

Fonte: donnamoderna.com

English version here . La foto Addirittura 4 diverse! ;-) Ombre troppo "dure", prossima volta mi porto un pannello riflettente. ;-) Dati EXIF : apertura: f/2.8 tempo di esposizione: 1/2000 secondi (1a e 3a), 1/4000 (2a) 1/3200 secondi (4a) ISO: 100 distanza focale: 50 mm La storiella Sabato scorso ho preparato 3 kg di gnocchi, ma non ho fatto manco una foto decente (eh beh, ero a cena da amici ;-)). Così oggi ne ho preparato una modica quantità per il post. Gli gnocchi sono una buona base di carboidrati , migliori di pasta e riso per contributo calorico. Hanno solo 130 kcal/100 g anziché i 350 di pasta e riso. Così ne potete mangiare il doppio per le stesse calorie! (Vabbè che pasta e riso aumentano il peso del doppio una volta cotti ...) Il segreto per fare buoni gnocchi sono le patate. Dovrebbero essere vecchie e secche, in modo tale che non si debba aggiungere troppa farina all'impasto e i gnocchi sappiano da... patata! Troppa farina rende gli gnocchi duri e "stopposi". Mi piacciono gli gnocchi saltati con una salsa liquido-cremosa, come la semplice passata di pomodoro o del gorgonzola (uno dei motivi per tornare in Italia dall' Australia ... ;-)) fuso allungato con latte o panna. Mmmmmmm!!!! Siccome nell'ultimo periodo ho messo su un paio di kg di troppo e dovevo raggiungere un peso decente per preparare la maratona , ho smesso di fare e mangiare una torta ogni 2 giorni! Ora ho raggiunto il peso forma , correndo 70 km a settimana e con una dieta ASI soddisfacente! Di solito preparo dei piatti completi con una base di 60-75 g di riso-pasta, 200 g di verdura, 100-150 di proteine (pesce, tonno, salmone o sgombro in scatola, uova o carne) e formaggio per la parte di grassi. Poi un bel frutto e sono a posto. 600-700 kcal mangiando 5-6 etti di roba! La ricetta Per preparare gli gnocchi uso la tipica formula 1 terzo (25-33%) di farina del peso delle patate bollite. Potete aggiungere un uovo e noce moscata a piacere. Ingredienti Patate: 280 g (ne ho usata una grossa) Farina 00: 75 g Sale: 4 g Noce moscata: a piacere Preparazione Bollire le patate finché diventano soffici. Mezz'ora nel mio caso. Pelare le patate finché sono calde Opzionale: per asciugare le patate le ho rotte in pezzettoni e messe in forno a temperatura minima per 10 minuti, in modo da evitare che si crei la "crosticina" Disporre la farina a fontana e formare un buco nel centro Schiacciare le patate con una forchetta o meglio usare il passaverdure Versare le patate nel centro della fontana Impastare velocemente, non lavorare troppo l'impasto Tagliare l'impasto in pezzi uguali (nel mio caso 4) Rollare i pezzi di impasto in modo da formare dei filoncini di circa 1.5 cm di altezza (o quella che preferite) Tagliare i filoncini formando degli gnocchi di grandezza uniforme Se vi piace, usate una forchetta per dare agli gnocchi la classica rigatura Per cuocere gli gnocchi basta immergerli in acqua bollente salata e aspettare che salgano in superficie; a questo punto basta raccoglierli e spadellarli nella salsa che avete preparato! Dati nutrizionali Calorie totali 468 kcal Peso finale 355 g Calorie per 100 g 132 kcal Carboidrati 84% Proteine 13% Grassi 3% L'angolo della cultura Oggi alcuni accenni nutrizionali. Siccome voglio correre la maratona devo avere un IMC (Indice di Massa Corporea) inferiore a 22 (per evitare infortuni e per andare più veloce). L'IMC si calcola con la formula (altezza in metri al quadrato/peso in kg). Se il vostro IMC è inferiore a 22 siete in forma, ossia siete abbastanza magri e avete una percentuale di grasso che vi permette di evitare i vari problemi cardiovascolari ecc. Se non ce l'avete dovreste assumere un quantitativo calorico pari a K*(altezza in metri al quadrato/peso in kg). K=600 se siete un maschietto, 540 se femminuccia. Dimagrire senza fare attività è frustrante... quindi vi consiglio di dedicare un'oretta al giorno per lo sport! Meglio 50 minuti di corsa e 10 minuti di doccia per "scolpire il fisico", piuttosto che 2 ore in bagno di acrobazie con i trucchi per farsi belli! Per non parlare delle 4 ore al centro commerciale a scegliere i vestiti! :D:D:D Riferimenti Giorgio Locatelli prepara gli gnocchi http://en.wikipedia.org/wiki/Gnocchi http://www.albanesi.it/Dieta/dieta.htm http://www.cibo360.it/cucina/scuola/fai_da_te/gnocchi.htm http://www.albanesi.it/Corsa/maratona_menu.htm http://www.albanesi.it/Cucina/Cucina.htm Share The photo EXIF data : aperture: shutter speed: ISO: focal lenght: The little story Last Saturday I made 3 kg of gnocchi, but I haven't taken good photos. So today I prepared a small amount of them only for the post. Gnocchi are a good carbohydrate base for dishes and better than pasta and rice in calories. They have only 130 kcal/100 g instead of 350 of pasta and rice. So you can eat double amount of gnocchi for the same calories! The secret for making good gnocchi are potatoes. They should be old and dry, so you haven't to add too much flour and the taste is potato-based. Too much flour make gnocchi sticky. I like gnocchi with a liquid creamy sauce, like simple tomato, melted gorgonzola with milk or cream. Yummy! Since in last period I gain a couple of kg and I have to reach a weight that permit me to run the marathon, I stopped baking and eating a cake every two day! Now I reach the good fit, with 70 km of running a week and good satisfing diet! I usually eat a good complete dish based on 60-75 g of rice of pasta, 150-200 g of vegetables, 100-150 g of proteins (fish canned tuna or mackerel, eggs or meat) and cheese for fat. Then a good fruit and that's all! The recipe To prepare gnocchi I used the typical formula based on 1 third (between 25-33%) of flour of the weight of boiled potatoes. You can add an egg and nutmeg if you like. Ingredients Potatoes: 280 g (one big in my case) Flour: 80 g Salt: 4 g Nutmeg Preparation Boil the potatoes until they became soft. It took 30 minutes for me. Remove the skin as soon as they're hot Optional: to dry them properly I broke the potatoes in pieces, placed on a baking tray and bake in the oven at the minimum temperature for 10 minutes Mash the potatoes Put the flour on a surface and make an hole on the center Put the potatoes in the center, add the salt Knead the dough quickly, not too much Cut the dough in equal pieces Roll the dough in a lightly floured surface and form a string 1.5 cm thick Cut the strings with a sharp knife to form dowels; you can choose the dimension of your gnocchi If you like, roll gnocchi on a for to give them the tipical "rigatura"; it's good to make the shape that absorbe the sauce Cooking gnocchi is very easy, you have only to put them on salty boiling water and wait they rise on the surface; at this point you can catch them and put directly on the fry pan with the sauce! Nutritional facts Total calories 468 kcal Final weight 355 g Calories 100 g 132 kcal Carbohydrate 84% Proteins 13% Fat 3% The culture corner Today some notions about diet. I want to run the marathon my BMI should be under 22. BMI is (height in cm^2)/weight in kg. Under 22 it means you are fit, so you have an amount of fat that not contribute to have a heart attack, ipertension ecc. If you don't have have BMI<22 you have to assume a quantity of calories like K*(height in cm^2). K=600 if you are a male, 540 if you are a female in a way to decrease your weight. References: Giorgio Locatelli makes gnocchi http://en.wikipedia.org/wiki/Gnocchi http://www.albanesi.it/Dieta/dieta.htm http://www.cibo360.it/cucina/scuola/fai_da_te/gnocchi.htm http://www.albanesi.it/Corsa/maratona_menu.htm http://www.albanesi.it/Cucina/Cucina.htm Share

Fonte: lospadellatore.blogspot.it

Ormai da anni vivo con il computer acceso e con Skype sempre operativo, in particolare nei fine settimana, quando capita di sentirsi con amici che vivono all'estero. Infatti sabato mi ha chiamata Jane! Non la sentivo da tempo e ci siamo attardate a parlare un po' di tutto, della situazione economica, dei fatti di sangue parigini, dei figli e ad un tratto lei mi fa:"Conosci Giorgio Locatelli???" "Chi lo chef???" "Certo!!! Ho comprato il suo libro, è in inglese, così baby Jane (cioè sua figlia) può imparare qualcosa e forse anch'io!!! Sai che fatico molto a fare le tue ricette ... non trovo gli ingredienti (a meno che non vada a farmi spennare da Harrods!!!) ...forse questo chef ... dato che cucina qui, farà ricette con ingredienti più semplici!!!" "Mi sembra una buona idea, se trovi qualche bella ricetta, passamela!!!" Saluti, baci!!! Domenica mattina ore 8,30 ... messaggino sul cellulare ... ancora Jane! "Ho fatto la focaccia ieri sera è fantastica provala!!! Ti mando una mail con la ricetta!" La mail arriva subito, ma la ricetta non mi convince mi sembra una stranezza!!! Allora mi informo, indago e trovo un post di Sigrid Verbert proprio sulla focaccia ... ricetta identica presa dal libro "Made in Italy: food and stories". Mi convinco che le stranezze fanno parte della ricetta e provo: sono incuriosita ma incredula!!! Fantastica ... sembra una magia!!! Senza planetaria, senza impastare, senza sporcare nulla ... assolutamente meraviglioso il risultato ... una focaccia da rifare spesso!!! Buona da morire!!! Messaggino d'obbligo: "Grazie!!! E' fantastica!!!" "Ti è piaciuto più il risultato o la sfida con questa ricetta così strana???" "La sfida!!!" "Sei inguaribile!!!" Ingredienti: per la focaccia: 250 g di farina manitoba 250 g di farina 00 15 g di lievito di birra fresco 300 ml di acqua a 20° 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva 10 g di sale per la salamoia: 65 g di acqua a 20° 65 g di olio extra vergine di oliva 25 g di sale Preparazione: Sciogliere il lievito nell’acqua. In una ciotola, unire le 2 farine setacciate, il sale, l’olio il lievito già sciolto, senza impastare troppo. Fare una palla (non liscia e appiccicosa) ungerla sopra e lasciarla riposare nella ciotola 10 minuti, coperta. Intanto ricoprire una teglia di carta forno e spennellarla di olio extra vergine di oliva. Passati i 10 minuti, trasferire l’impasto sulla teglia unta, ungere la superficie e lasciar riposare altri 10 minuti, coprendo con la ciotola capovolta. Trascorso questo tempo distendere l’impasto sulla teglia, distribuirlo su tutta la superficie con le dita e lasciarlo riposare ancora 20 minuti, coprendo con la griglia del forno ed un panno. Sbattere accuratamente in una ciotola tutti gli ingredienti per la salamoia. Riprendere la teglia della pasta e formaci sopra i caratteristici buchi con le dita e versarci sopra tutta la salamoia. Sembra moltissima, ma va bene così! Volendo si può aggiungere del rosmarino, oppure delle olive. Far riposare 20 minuti coperta con griglia e panno e accendere il forno a 220°. Trascorsi i 20 minuti infornare in forno caldo a 220°per 25/30 minuti. Farla raffreddare sulla griglia e gustare.

Fonte: architettandoincucina.blogspot.it

La presente informativa privacy è redatta in adempimento degli obblighi previsti dall’Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE, nonché a quanto previsto dalla Direttiva 2002/58/CE, come aggiornata dalla Direttiva 2009/136/CE, in materia di Cookie. ******************************** Il blog lagallinarosita.blogspot .it fa uso, in alcuni casi, dei cookie. L’uso dei cookie è prevalentemente legato a motivi tecnici e di funzionamento del sistema. Le informazioni raccolte dai cookie non hanno lo scopo di identificare l’utente personalmente, ma contengono informazioni generali riguardanti le impostazioni del computer, il tipo di browser, il sistema operativo, l’indirizzo IP, la data e l’orario della Sua visita. [endif] CHE COSA SONO I COOKIES? I cookie sono piccoli file di testo salvati sul Suo computer o sul Suo dispositivo mobile. Non occupano molto spazio, e, una volta scaduti, saranno rimossi automaticamente. Alcuni cookie scadranno alla fine della Sua sessione Internet, mentre altri rimarranno salvati per un periodo più lungo, ma comunque limitato. Questo sito usa i cookie per fare sì che la Sua visita sia il più possibile piacevole. Ci sono diversi tipi di cookie, usati in diversi modi. Alcuni hanno la funzione di consentirle di sfogliare il sito web e di vedere determinate foto. Altri servono a darci un’idea delle Sue esperienze nel corso della Sua visita, per esempio le difficoltà che incontra nel trovare quello che cerca; in tal modo possiamo migliorare e rendere il più possibile piacevoli le Sue visite future. Per ulteriori informazioni si rimanda a Cookie Central . TIPOLOGIE DI COOKIE UTILIZZATI DAL SITO A seguire i vari tipi di cookie utilizzati dal sito in funzione delle finalità d’uso. COOKIE TECNICI Questa tipologia di cookie permette il corretto funzionamento di alcune sezioni del Sito. Sono di due categorie: - persistenti: una volta chiuso il browser non vengono distrutti ma rimangono fino ad una data di scadenza preimpostata (a brevissimo termine) - di sessioni: vengono distrutti ogni volta che il browser viene chiuso Questi cookie, inviati sempre dal nostro dominio, sono necessari a visualizzare correttamente il sito e in relazione ai servizi tecnici offerti, verranno quindi sempre utilizzati e inviati, a meno che l’utenza non modifichi le impostazioni nel proprio browser (inficiando così la visualizzazione delle pagine del sito). COOKIE ANALITICI I cookie in questa categoria vengono utilizzati per collezionare informazioni sull’uso del sito. Il Sito userà queste informazioni in merito ad analisi statistiche anonime al fine di migliorare l’utilizzo del Sito e per rendere i contenuti più interessanti e attinenti ai desideri dell’utenza. Questa tipologia di cookie raccoglie dati in forma anonima sull’attività dell’utenza e su come è arrivata sul Sito. I cookie analitici sono inviati dal Sito Stesso o da domini di terze parti. COOKIE DI ANALISI DI SERVIZI DI TERZE PARTI Questi cookie sono utilizzati al fine di raccogliere informazioni sull’uso del Sito da parte degli utenti in forma anonima quali: pagine visitate, tempo di permanenza, origini del traffico di provenienza, provenienza geografica, età, genere e interessi ai fini di campagne di marketing. Questi cookie sono inviati da domini di terze parti esterni al Sito. COOKIE PER INTEGRARE PRODOTTI E FUNZIONI DI SOFTWARE DI TERZE PARTI Questa tipologia di cookie integra funzionalità sviluppate da terzi all’interno delle pagine del Sito come le icone e le preferenze espresse nei social network al fine di condivisione dei contenuti del sito o per l’uso di servizi software di terze parti (come i software per generare le mappe e ulteriori software che offrono servizi aggiuntivi). Questi cookie sono inviati da domini di terze parti e da siti partner che offrono le loro funzionalità tra le pagine del Sito. Il Sito, secondo la normativa vigente, non è tenuto a chiedere consenso per i cookie tecnici e di analytics, in quanto necessari a fornire i servizi richiesti. Per tutte le altre tipologie di cookie il consenso può essere espresso dall’Utente con una o più di una delle seguenti modalità: - Mediante specifiche configurazioni del browser utilizzato o dei relativi programmi informatici utilizzati per navigare le pagine che compongono il Sito - Mediante modifica delle impostazioni nell’uso dei servizi di terze parti Entrambe queste soluzioni potrebbero impedire all’utente di utilizzare o visualizzare parti del Sito. SITI WEB E SERVIZI DI TERZE PARTI Il Sito potrebbe contenere collegamenti ad altri siti Web che dispongono di una propria informativa sulla privacy che può essere diverse da quella adottata da Reading is believing che quindi non risponde di questi siti. MAILING LIST O NEWSLETTER Con la registrazione alla mailing list o alla newsletter, l’indirizzo email dell’Utente viene automaticamente inserito in una lista di contatti a cui potranno essere trasmessi messaggi email contenenti informazioni, anche di natura commerciale e promozionale, relative a questa Applicazione. L’indirizzo email dell’Utente potrebbe anche essere aggiunto a questa lista come risultato della registrazione a questa Applicazione o dopo aver effettuato un acquisto. Dati personali raccolti: Cognome, Cookie, Email e Nome. SITI TERZI Facebook Il pulsante “Mi Piace” e i widget sociali di Facebook sono servizi di interazione con il social network Facebook, forniti da Facebook, Inc. Per ulteriori informazioni vi rimando alla Cookies Policy di Facebook Instagram Il pulsante “Segui su Instagram” e i widget sociali di Instagram sono servizi di interazione con il social network Instagram, forniti da Instagram. Per ulteriori informazioni vi rimando alla Cookies Policy di Instagram Pinterest Il pulsante “see on Pinterest” e i widget sociali di Pinteres sono servizi di interazione con il social network Pinterest, forniti da Pinterest. Per ulteriori informazioni vi rimando alla Privacy Policy di Pinterest COME DISABILITARE I COOKIES Può modificare le impostazioni del Suo browser in modo che i cookie siano cancellati o non vengano salvati nel Suo computer o dispositivo mobile senza il Suo consenso esplicito. La sezione Aiuto del Suo browser Le deve fornire informazioni sul modo di gestire le Sue impostazioni relative ai cookie. Qui può vedere come si fa con il Suo browser: CHROME Eseguire il Browser Chrome ● Fare click sul menù presente nella barra degli strumenti del browser a fianco della finestra di inserimento url per la navigazione ● Selezionare Impostazioni ● Fare clic su Mostra Impostazioni Avanzate ● Nella sezione “Privacy” fare clic su bottone “Impostazioni contenuti“ ● Nella sezione “Cookie” è possibile modificare le seguenti impostazioni relative ai cookie: Consentire il salvataggio dei dati in locale ● Modificare i dati locali solo fino alla chiusura del browser ● Impedire ai siti di impostare i cookie ● Bloccare i cookie di terze parti e i dati dei siti ● Gestire le eccezioni per alcuni siti internet ● Eliminazione di uno o tutti i cookie MOZILLA FIREFOX Eseguire il Browser Mozilla Firefox ● Fare click sul menù presente nella barra degli strumenti del browser a fianco della finestra di inserimento url per la navigazione ● Selezionare Opzioni ● Seleziona il pannello Privacy ● Fare clic su Mostra Impostazioni Avanzate ● Nella sezione “Privacy” fare clic su bottone “Impostazioni contenuti“ ● Nella sezione “Tracciamento” è possibile modificare le seguenti impostazioni relative ai cookie: Richiedi ai siti di non effettuare alcun tracciamento ● Comunica ai siti la disponibilità ad essere tracciato ● Non comunicare alcuna preferenza relativa al tracciamento dei dati personali ● Dalla sezione “Cronologia” è possibile: Abilitando “Utilizza impostazioni personalizzate” selezionare di accettare i cookie di terze parti (sempre, dai siti più visitato o mai) e di conservarli per un periodo determinato (fino alla loro scadenza, alla chiusura di Firefox o di chiedere ogni volta) ● Rimuovere i singoli cookie immagazzinati INTERNET EXPLORER Eseguire il Browser Internet Explorer ● Fare click sul pulsante Strumenti e scegliere Opzioni Internet ● Fare click sulla scheda Privacy e nella sezione Impostazioni modificare il dispositivo di scorrimento in funzione dell’azione desiderata per i cookie: Bloccare tutti i cookie ● Consentire tutti i cookie ● Selezione dei siti da cui ottenere cookie: spostare il cursore in una posizione intermedia in modo da non bloccare o consentire tutti i cookie, premere quindi su Siti, nella casella Indirizzo Sito Web inserire un sito internet e quindi premere su Blocca o Consenti. SAFARI 6 Eseguire il Browser Safari ● Fare click su Safari, selezionare Preferenze e premere su Privacy ● Nella sezione Blocca Cookie specificare come Safari deve accettare i cookie dai siti internet ● Per visionare quali siti hanno immagazzinato i cookie cliccare su Dettagli ● Per maggiori informazioni visita la pagina dedicata. SAFARI IOS (DISPOSITIVI MOBILE) Eseguire il Browser Safari iOS ● Tocca su Impostazioni e poi Safari ● Tocca su Blocca Cookie e scegli tra le varie opzioni: “Mai”, “Di terze parti e inserzionisti” o “Sempre” ● Per cancellare tutti i cookie immagazzinati da Safari, tocca su Impostazioni, poi su Safari e infine su Cancella Cookie e dati. OPERA Eseguire il Browser Opera ● Fare click sul Preferenze poi su Avanzate e infine su Cookie ● Selezionare una delle seguenti opzioni: Accetta tutti i cookie ● Accetta i cookie solo dal sito che si visita: i cookie di terze parti e che vengono inviati da un dominio diverso da quello che si sta visitando verranno rifiutati ● Non accettare mai i cookie: tutti i cookie non verranno mai salvati. RETI SOCIALI Il nostro sito web e le applicazioni (mobili) mettono a disposizione Social Plug-in di diverse reti sociali. Se Lei sceglie di interagire con una rete sociale, quello che Lei fa sul nostro sito web o tramite le nostre applicazioni (mobili) potrà essere recepito anche da reti sociali come Facebook e Twitter. Se Lei ha effettuato l’accesso a una di queste reti sociali e vi rimane durante la Sua visita a uno dei nostri siti web, o l’uso di applicazioni (mobili), è possibile che la rete sociale aggiunga al Suo profilo informazioni relative a tale visita. Se sta interagendo con uno dei Social Plug-in, anche queste informazioni passeranno alla rete sociale. Se non vuole autorizzare questo trasferimento di dati, esca dalla rete sociale prima di accedere a uno dei nostri siti web o di usare nostre applicazioni (mobili). Questo sito non può fare niente per influire sul rilevamento e trasferimento di dati operato dai Social Plug-in. Per informazioni dettagliate sul modo in cui la rete sociale rileva ed elabora dati, sui Suoi diritti e su come Lei può impostare una tutela soddisfacente dei Suoi dati, consulti le norme sulla tutela dei dati personali adottate dalla rete sociale in questione: servizi di Google ; Facebook ; Twitter . TITOLARE DEL SITO Dal momento che l’installazione di Cookie e di altri sistemi di tracciamento operata da terze parti tramite i servizi utilizzati all’interno di questa Applicazione non può essere tecnicamente controllata dal Titolare, ogni riferimento specifico a Cookie e sistemi di tracciamento installati da terze parti è da considerarsi indicativo. Per ottenere informazioni complete, consulta la privacy policy degli eventuali servizi terzi elencati in questo documento. Titolare: [email protected] Vista l’oggettiva complessità legata all’identificazione delle tecnologie basate sui Cookie ed alla loro integrazione molto stretta con il funzionamento del web, l’Utente è invitato a contattare il Titolare qualora volesse ricevere qualunque approfondimento relativo all’utilizzo dei Cookie stessi e ad eventuali utilizzi degli stessi – ad esempio ad opera di terzi – effettuati tramite questo sito. In caso di servizi erogati da terze parti, l’Utente può inoltre esercitare il proprio diritto ad opporsi al tracciamento informandosi tramite la privacy policy della terza parte, tramite il link di opt-out se esplicitamente fornito o contattando direttamente la stessa. Fermo restando quanto precede, il Titolare informa che l’Utente può avvalersi di Your Online Choices . Attraverso tale servizio è possibile gestire le preferenze di tracciamento della maggior parte degli strumenti pubblicitari. Il Titolare, pertanto, consiglia agli Utenti di utilizzare tale risorsa in aggiunta alle informazioni fornite dal presente documento.

Fonte: lagallinarosita.blogspot.it

Siete pronte per partecipare al CONTEST più colorato e divertente dell'estate? Io ed Enrica del blog PAZ GARDEN e creatrice anche della pagina SMILE AND MAIL lo stavamo pensando da un po' questo periodo ci è sembrato il più adatto per proporvelo. Ci sono solo pochissime e semplici regole da seguire per partecipare e vincere uno dei bellissimi set creativi che abbiamo messo in palio! Partiamo allora... IN COSA CONSISTE? E' una specie di concorso dove vincerà la lettera + busta decorata che riterremo più carina ed originale. Le lettere vincitrici saranno due, una per il tema mare/montagna ed una per il tema orto/giardino. Decreteremo la vincitrice valutando a nostro gusto e piacimento la lettera pervenuta nei tempi stabiliti, che avrà le caratteristiche dette prima. CHE COSA E' UNA HAPPY MAIL? E' una lettera scritta a mano, di cui dovrete decorare e abbellire busta e foglio, con la tecnica che più vi piace, usando pastelli, colori, acquerelli, adesivi, washi tape…etc.. Dovrà essere colorata, spiritosa, allegra e fantasiosa! Potete dare un'occhiata ad un mio vecchio post cliccando QUI COME PARTECIPARE? - Scegliete con quale tema partecipare e mandateci una mail MARE O MONTAGNA per scrivere a me ([email protected]) ORTO O GIARDINO per scrivere ad Enrica ([email protected]) - Condividete la locandina qui sotto sui vostri profili Facebook e Instagram se li avete, oppure su Google + , scrivendo #smileandmailcontest e taggando @lagallinarosita sia su Fb che IG @smileandmail su FB o @i_paz su IG - Se vi va e se ancora non lo avete fatto, seguite le nostre pagine Lagallinarosita e Smileandmail per rimanere aggiornate. - Preparate la vostra lettera e busta e speditela. QUANTO TEMPO AVETE? 1 MESE.. dal 1 giugno al 1 luglio (farà riferimento il timbro postale) COSA SI VINCE? Due meravigliosi kit creativi, uno per categoria.. PERCHE' PARTECIPARE? *Perché ritornare a scrivere lettere su carta è divertente *Perché il rumore della penna sulla carta, il suo odore, è un ritorno al passato *Perché si conoscono nuove amiche *Perché l'attesa di ricevere una risposta e guardare ogni giorno trepidanti la cassetta della posta è così emozionante * Perché…. Gli altri perché li lascio scrivere a voi… Io aspetto le vostre mail.. e.. tranquille perché ad ogni vostra lettera ne seguirà una nostra ;-) Buon weekend gallinelle! Lucia

Fonte: lagallinarosita.blogspot.it

A volte un vincitore è semplicemente un sognatore che non ha mai mollato (Nelson Mandela) Nel nostro caso forse conta solo la fortuna, ma mi piaceva cominciare il post con questa frase, che non è tra quelle altrettanto belle che mi avete lasciato qui sul blog. Ma non voglio perdermi tanto in chiacchiere, vi rinnovo di nuovo il mio grazie, questo giveaway ha avuto un'adesione che non immaginavo davvero. 80 commenti qui sul blog e 157 condivisioni su FB Ve ne sono grata e sono felice di aver incontrato e conosciuto nuove amiche e nuove pagine, tante creative e sognatrici come me. Parto con lo svelarvi la vincitrice qui SUL BLOG La sua frase è questa NELLA CASA DI UNA FAMIGLIA FELICE, SEMPLICI STOVIGLIE DI CERAMICA RISPLENDONO PIU' DELLA GIADA. Lei si chiama Gabriella (Gabri Ercole) Perché ho scelto questa? Perché mi ha colpita subìto, perché ci ho rivisto lei, perché ho immaginato "quella casa felice", perché tra tante mi è rimasta impressa nella mente ma soprattutto nel cuore. Quindi Gabri, i miei complimenti per avermela donata, fammi sapere quale dei tre quaderni preferisci e ricorda di scrivermi il tuo indirizzo. Ma passiamo al tanto adorato KIT per FARE TIMBRI Come vi dicevo ho utilizzato il sistema RANDOM.ORG vi allego la foto del numero estratto Il nr. 95 appartiene a CLARA YUM.. Se non ricordo male, con queste sgorbie voleva incidere godzilla ;-) Ed io sono curiosissima ora. Complimenti Clara!!!! Mi dispiace per tutte le altre, per chi non è riuscita a partecipare, per chi non aveva il profilo pubblico, per chi non ha svolto bene "i compiti".. Ma posso dirvi una cosa, se qualcuna fosse interessata ad ordinarmi questo set posso prendere le prenotazioni e farvelo avere direttamente a casa. Scrivetemi una mail a [email protected] cercherò di accontentarvi. Ed ora vi saluto ringraziando ognuna di voi per le condivisioni, per le belle parole, per i complimenti, per chi ha deciso di seguire il blog, per chi si è unito alla mia pagina… Siamo diventate tantissime!!! Vi abbraccio forte. Lucia

Fonte: lagallinarosita.blogspot.it

Ormai da anni vivo con il computer acceso e con Skype sempre operativo, in particolare nei fine settimana, quando capita di sentirsi con amici che vivono all'estero. Infatti sabato mi ha chiamata Jane! Non la sentivo da tempo e ci siamo attardate a parlare un po' di tutto, della situazione economica, dei fatti di sangue parigini, dei figli e ad un tratto lei mi fa:"Conosci Giorgio Locatelli???" "Chi lo chef???" "Certo!!! Ho comprato il suo libro, è in inglese, così baby Jane (cioè sua figlia) può imparare qualcosa e forse anch'io!!! Sai che fatico molto a fare le tue ricette ... non trovo gli ingredienti (a meno che non vada a farmi spennare da Harrods!!!) ...forse questo chef ... dato che cucina qui, farà ricette con ingredienti più semplici!!!" "Mi sembra una buona idea, se trovi qualche bella ricetta, passamela!!!" Saluti, baci!!! Domenica mattina ore 8,30 ... messaggino sul cellulare ... ancora Jane! "Ho fatto la focaccia ieri sera è fantastica provala!!! Ti mando una mail con la ricetta!" La mail arriva subito, ma la ricetta non mi convince mi sembra una stranezza!!! Allora mi informo, indago e trovo un post di Sigrid Verbert proprio sulla focaccia ... ricetta identica presa dal libro "Made in Italy: food and stories". Mi convinco che le stranezze fanno parte della ricetta e provo: sono incuriosita ma incredula!!! Fantastica ... sembra una magia!!! Senza planetaria, senza impastare, senza sporcare nulla ... assolutamente meraviglioso il risultato ... una focaccia da rifare spesso!!! Buona da morire!!! Messaggino d'obbligo: "Grazie!!! E' fantastica!!!" "Ti è piaciuto più il risultato o la sfida con questa ricetta così strana???" "La sfida!!!" "Sei inguaribile!!!" Ingredienti: per la focaccia: 250 g di farina manitoba 250 g di farina 00 15 g di lievito di birra fresco 300 ml di acqua a 20° 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva 10 g di sale per la salamoia: 65 g di acqua a 20° 65 g di olio extra vergine di oliva 25 g di sale Preparazione: Sciogliere il lievito nell’acqua. In una ciotola, unire le 2 farine setacciate, il sale, l’olio il lievito già sciolto, senza impastare troppo. Fare una palla (non liscia e appiccicosa) ungerla sopra e lasciarla riposare nella ciotola 10 minuti, coperta. Intanto ricoprire una teglia di carta forno e spennellarla di olio extra vergine di oliva. Passati i 10 minuti, trasferire l’impasto sulla teglia unta, ungere la superficie e lasciar riposare altri 10 minuti, coprendo con la ciotola capovolta. Trascorso questo tempo distendere l’impasto sulla teglia, distribuirlo su tutta la superficie con le dita e lasciarlo riposare ancora 20 minuti, coprendo con la griglia del forno ed un panno. Sbattere accuratamente in una ciotola tutti gli ingredienti per la salamoia. Riprendere la teglia della pasta e formaci sopra i caratteristici buchi con le dita e versarci sopra tutta la salamoia. Sembra moltissima, ma va bene così! Volendo si può aggiungere del rosmarino, oppure delle olive. Far riposare 20 minuti coperta con griglia e panno e accendere il forno a 220°. Trascorsi i 20 minuti infornare in forno caldo a 220°per circa 20 minuti. Farla raffreddare sulla griglia e gustare.

Fonte: architettandoincucina.blogspot.it

GRAZIE DI CUORE A LUCA E SABRINA DI saporidivini PER QUESTA VALIGIA DI PREMI!!! Sono onorata ed emozionata perchè li considero due persone veramente speciali, con un rapporto speciale che scelgono di condividere con tutti quelli che passano nel loro blog, un blog fatto di sentimenti che attraversano lo schermo del pc per portarci con le loro immagini, parole, versi, ricette nel loro mondo. Questi premi li passo in blocco a Muccasbronza per l'idea fantastica che ha avuto dello swap natalizio, abbiamo aderito in tanti e oggi mucca ha postato gli abbinamenti, perciò questi premi se li merita proprio, io sono abbinata a Imma, di caffeinefor2. il cui blog conosco già e che, credo, sia una mia compaesana, e Irishfairy, che, invece, sarà tutta una sorpresa ... grazie ancora mucca per la tua brillante idea e per il tuo impegno ... Per ringraziare Luca e Sabrina io ho immaginato di invitarli a cena, a casa mia e, approfittando delle foto che ho fatto sabato sera per una cenetta a 4 con i nostri amici Luisa e Genny, li faccio accomodare alla tavola apparecchiata da me e dal mio compagno di vita. Cari Luca e Sabrina, spero che apprezzerete la mia cucina di sapori semplici ... ... ma gustosi, sulla tavola troverete formaggi come la toma di Beppino Occelli, ricotta di bufala stagionata, pecorino di Pienza, salame Franchi, stuzzichini di pasta brisèe al vino con lardo di colonnata, spiedini di uva e pecorino (perchè la mia grande Annamaria è sempre una fonte d'ispirazione) ... poi, in tavola vi porto questo strudel dal sapore pieno, ... dolce-salato-piccante, mi sono innamorata prima della descrizione che ne hanno fatto Arietta e Camomilla nel raccontarci la loro cena a 4 mani e poi degli ingedienti che incontrano perfettamente i miei gusti: 1 rotolo di pasta sfoglia, sul quale adagiare, fettine di pancetta arrotolata noci spezzettate grossolanamente 1 pera decana affettata sottilmente scaglie di Parmigiano Reggiano irrorare con un'idea di olio evo, sale e pepe, arrotolare, adagiare in una teglia su carta forno, spennelare con un pò di burro fuso e distribuire sulla superficie semi di finocchietto ... poi in frno a 180 per 30 min ca ... ma, secondo me, la regina della serata è stata lei ... ... la focaccia di Giorgio Locatelli, che ho scoperto grazie a Nadia e che non lascerò più, perchè troppo, troppo buona!!! per l' impasto: 250 gr farina manitoba 250 gr farina 00 15 gr lievito di birra fresco 225 gr acqua a 20°C 2 cucchiai olio d’oliva extravergine 10 gr sale per la salamoia: 65 gr acqua a 20°C 65 gr olio d’oliva extravergine 25 gr sale Mescolare tutti gli ingredienti della salamoia ed emulsionare con una forchetta fino ad ottenere un liquido cremoso, omogeneo. In una ciotola capiente, mescolare le farine e il sale, versare al centro l’olio e il lievito sciolto nell’acqua, mescolare bene il tutto con un cucchiaio, poi ungere la superficie dell’impasto (senza averlo impastato) con poco olio e lasciar riposare, coprendo la ciotola con un panno, per 10 minuti. Ungere poi una teglia da forno, riversarci l’impasto (che rimane molto soffice), ungere di nuovo la superficie (leggermente) e lasciar riposare per 10 minuti. Con il mattarello, partendo dal centro, stendere leggermente la focaccia, una volta verso il basso e una volta (sempre partendo dal centro) verso l’alto, senza premere troppo, in modo da non rompere le bolle d’aria che si stanno formando all’interno. Lasciar riposare per 20 minuti. A questo punto, con la punta delle dita, formare tanti buchetti sulla superficie dell’impasto, rimescolare la salamoia e versarla tutta sulla focaccia. Lasciar riposare di nuovo per 20 minuti. Cuocere a 220 gradi (forno già caldo) per 30 minuti o, comunque, finché la focaccia non risulterà dorata. Lasciar intiepidire su una griglia prima di servire. Provatela perchè è assolutamente super!!! ... continua ...

Fonte: gliamorididida.blogspot.it

Oggi voglio condividere con voi questo dossier in formato Pdf, sta arrivando l’estate e con essa molti si mettono a preparare marmellate e conserve, ecco, questa guida credo sia molto utile per la nostra sicurezza. LINEE GUIDA PER LA CORRETTA PREPARAZIONE DELLE CONSERVE ALIMENTARI IN AMBITO DOMESTICO A CURA DI: Fabrizio Anniballi Bruna Auricchio Francesca Calvetti Clemencia Chaves Lopez Cosimo Marino Curianò Marco Ianniello Dario De Medici Alfonsina Fiore Sarah Guizzardi Raffaello Lena Carlo Locatelli Davide Lonati Giovanna Morini Antonello Paparella Maria Grazia Pompa Annalisa Serio Centro Nazionale di Riferimento per il Botulismo Dipartimento di Sanità Pubblica Veterinaria e Sicurezza Alimentare Istituto Superiore di Sanità Viale Regina Elena, 299 – 00161 Roma Tel. 06 49902254 (notturni e festivi 06 49902441) Fax. 06 49902045 E-Mail: [email protected] SCARICA PDF from WordPress http://ift.tt/1Uw2wti via IFTTT

Fonte: rigorosamenteaocchio.blogspot.it

In tutte queste settimane, lontana dal blog, ho cercato spesso di immaginare le parole e la ricetta che avrei scelto per tornare da voi. Alla fine, ho semplicemente lasciato che la vita scorresse e giungesse con naturalezza il momento per affacciarmi di nuovo da questa finestra. Dotata di scarsa capacità organizzativa, quando il lavoro mi chiama, immancabilmente inciampo tra i miei ruoli di figlia, zia, moglie, 'mamma' e quelli di fotografa, cuciniera e 'scrittrice', (scrittrice, si fa per dire, così come 'mamma', si fa per dire e, per di più, di un cagnetto diversamente alto). Fatto sta che questi, in realtà, sono i miei primi giorni veramente liberi da un po' di tempo a questa parte. Giorni in cui, oltre alle mie camminate quotidiane, son tornata a dedicarmi anche a piccole faccende casalinghe che mi procurano una goduria che neanche immaginate, del tipo: dare la cera al pavimento e passare la lucidatrice, lavorare a maglia nella pausa telegiornale, comprare tulipani per la casa e libri per me, spostare qualche mobiletto da una stanza all'altra, appendere nuove mensole per le spezie, progettare una nuova aiuola odorosa e, finalmente, cucinare, fotografare e scrivere, senza ansia da prestazione. Eccomi, allora, di nuovo con voi, se lo vorrete, con una ricetta, come è giusto che sia, arrivata per caso, leggendo il post di Marina che, su Fb ed Instagram, è riuscita a mettere in moto una reazione a catena. Giorgio Locatelli è un famoso chef italiano che vive a Londra. Lo conobbi tanti anni fa grazie ad una trasmissione in onda su un canale Sky, in cui invitava a pranzo gli amici londinesi preparandogli gustosissimi piatti della nostra cucina. Nel 2008 pubblicò un libro dal titolo Made in Italy, Food and Stories , in cui è presente, per l'appunto, la ricetta in questione che suscitò clamore soprattutto perché non si impasta affatto. In quel periodo e negli anni subito successivi, sui blog, molti riproposero questa ricetta ma, evidentemente, non me ne accorsi, ero distratta e pensavo ad altro probabilmente, oppure, e di questo ne son sempre più convinta, con me, alcune ricette si comportano esattamente come certi libri: non sono io che cerco loro, sono loro che trovano me, anche a distanza di anni. Non mi resta quindi che scrivervi gli ingredienti e il procedimento, così potrete provarla e dirmi cosa ne pensate. Ingredienti: 250 g di farina 00 250 g di farina manitoba 310 g di acqua tiepida, intorno ai 20° C. 5 g di lievito di birra disidratato (oppure 15 g di lievito di birra fresco) 1 cucchiaino di sale 1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva per la farcitura e la salamoia: 1/2 cipolla 50 g di olio extravergine d'oliva 50 g di acqua 15 g di sale Procedimento Utilizzate una ciotola capiente in cui mescolerete le due farine, al centro fate una conca, mettetevi il lievito disidratato e il cucchiaio d'olio. Versate l'acqua a filo, mescolando con un cucchiaio di legno, mi raccomando non usate le mani, dopo qualche istante unite il sale fino e continuate a versare l'acqua regolandovi con la quantità, dato che da farina a farina può variare la capacità di assorbimento. L'impasto dovrà risultare morbido, appiccicoso e molto idratato. Non dovete mescolare troppo con il cucchiaio, solo il tempo necessario ad amalgamare gli ingredienti, poi ungete leggermente la superficie della pasta con dell'olio, coprite la ciotola con una pellicola alimentare e lasciate riposare per 10 minuti. Trascorsi i dieci minuti, ungete una teglia, sempre con olio extravergine d'oliva, versatevi l'impasto che sarà diventato ancor più morbido con il riposo, non toccatelo, coprite di nuovo con un telo o pellicola alimentare e lasciate riposare per altri 10 minuti. Togliete il panno e con la punta delle dita, unte d'olio, stendete l'impasto, dal centro verso l'esterno, con delicatezza, senza sgonfiarlo, facendolo però arrivare a coprire tutto il fondo della teglia. Coprite di nuovo con un telo e lasciate lievitare 20 minuti in un luogo riparato della cucina. A questo punto, mentre la focaccia lievitava, ho lavato e asciugato delle erbette aromatiche ( timo, origano e maggiorana ) da mettere sulla focaccia poco prima di infornarla e affettato la cipolla molto sottilmente. Per chi avesse lo stomaco delicato, come noi, consiglio di mettere in acqua fredda le fettine di cipolla in modo da far perdere la nota pungente e poco digeribile. In una ciotolina preparate l'emulsione di acqua, sale e olio, questo aggiunto a filo, sbattendo con una piccola frusta a mano o con una forchetta. Trascorsi i venti minuti, sempre con le dita unte, praticate sulla focaccia i classici buchi, versate su tutta la focaccia l'emulsione di acqua, olio e sale e lasciate lievitare altri 20 minuti sempre coprendola con un telo. Nel frattempo avrete portato il forno alla temperatura di 200/220° ( regolatevi con il vostro forno, nel mio a 200° altrimenti si brucia ogni cosa). Poco prima di infornare la focaccia, distribuitevi la cipolla che avrete scolato dall'acqua e tamponato con carta assorbente e le erbette fresche. Cuocete per circa 25/30 minuti. Grazie per aver avuto la pazienza di aspettarmi, alla prossima Pippi

Fonte: iocomesono-pippi.blogspot.com

La luminosità e il candore del bianco che si staglia nel verde dei prati circostanti e nell’azzurro del cielo vesuviano, cosi come il candore delle sale interne del nuovo Ristorante Josè sono la prima cosa che salta all’occhio entrando a Tenuta Villa Guerra (Torre del Greco- Na) una splendida villa del 1700, lungo quello che fu il percorso del Miglio d’oro (perchè ricco di aranceti e limoneti), il tratto di strada che andava (e ancora va…) da San Giovanni a Teduccio e Ercolano a Torre del Greco, tratto, a sua volta, dell’antica Strada Regia delle Calabrie famoso appunto anche per le sue splendide e ville e i sontuosi parchi. Il nuovo " Josè Restaurant”, ha al comando lo chef stellato Domenico Iavarone, di recente anche associato Chic , e rappresenta la realizzazione del nuovo progetto di gusto e charme per un'esclusiva offerta gastronomica voluto dalla famiglia Confuorto. Lo chef ha al suo attivo una lunga esperienza professionale, maturata tra l’altro anche nelle brigate di Gennaro Esposito ed Oliver Glowig, oltre al riconoscimento tre anni fa della stella Michelin al Maxi di Vico Equense ed è fortemente legato al territorio, con l’uso dei prodotti locali, con innovazione, fantasia e genuinità. Ad affiancarlo in sala, con eleganza e maestria, il siciliano Enrico Moschella, che ha collezionato importanti esperienze professionali estere, tra cui la Locanda Locatelli e il Dorchester Park Lane di Londra, e il ristorante stellato Capri di Zermatt in Svizzera; in Italia lavora prima presso il Ristorante l’Olivo 2* Michelin del Capripalace di Anacapri, e il sommelier Diego Laguzzi. In carta anche due menù degustazione, uno di 5 portate a 60 €, esclusi i vini e l’altro di 7 portate a 90 €, sempre vini esclusi. Il delizioso menù pensato in occasione della presentazione alla stampa era così composto: Uovo in purgatorio con gamberi rossi (abbinato a Falanghina Campi Flegrei 2015) Risotto con cipolla bruciata, alici, yogurt e mandorle (abbinato a Grecomusc’ 2013 Contrade di Taurasi) Tortelli di pollo speziato con carciofi e cynar (abbinato a Zagreo 2015 I Cacciagalli) Triglia in patate fritte, lattuga romana e ravanelli (abbinato a Aliseo 2015 Reale) Duo di cioccolato fondente e lamponi e piccola pasticceria della casa ( con Ratafià Praesidium), in chiusura degustazione di liquori “Giardini d’Amore” Josè Restaurant – Tenuta Villa Guerra Via Nazionale, 414 Torre del Greco (Na) 883 6298 qui l’album della giornata.

Fonte: maisonmilady.blogspot.it

La ricetta è tratta dal libro di Giorgio Locatelli, Made in Italy. Food and Stories , noto chef e personaggio televisivo che ha fondato e diretto a Londra il ristorante Locanda Locatelli. In realtà la ricetta è stata ideata da Federico Turri che si occupava della reparto panificazione della Locanda Locatelli. La particolarità di questa focaccia è che non si impasta ed è abbastanza veloce. Nel siti di cucina da anni ha molto successo, proprio per la sua semplicità e bontà. Io l’ho conosciuta grazie a lei e lei . Altre idee per le Focacce: Focaccia genovese con le olive Focaccia barese Ingredienti: per una teglia di 26x37 o 30x30 Per l’impasto 250 g di farina di forza 250 g di farina 00 15 g lievito di birra fresco 225- 300 di acqua a 20°C 2 cucchiai olio d’oliva extravergine più quello per ungere 10 g di sale Per la salamoia 65 g di acqua a 20°C 65 g olio d’oliva extravergine 15-25 g di sale rametti di rosmarino a piacere Preparazione: In una ciotola si mettono tutti gli ingredienti della salamoia, si emulsionano con una forchetta. Si prende una parte dell’acqua e si mette in un bicchiere si fa sciogliere il lievito per 5-6 minuti. In una ciotola capiente, si mescolano le due farine, si aggiunge il sale e l’olio extra vergine di oliva, ed il lievito sciolto nell’acqua, si mescola con un cucchiaio molto velocemente, fino ad ottenere un composto abbastanza liscio, si unge la superficie, si copre con un panno umido e si lascia riposare 10 minuti. Si unge una teglia da forno rivestita con della carta da forno, si riversa l’impasto, si unge la superficie e si lascia riposare per 10 minuti. Poi, usando la punta delle dita e partendo dal centro, si stende l’impasto; si lascia risposare per 20 minuti (io l’ho lasciato riposare 1 ora). Passato il tempo, con la punta delle dita, si formano dei buchi sulla superficie e si versa la salamoia, si lascia riposare per 20 minuti. Io ho aggiunto dei rametti di rosmarino. Passato il tempo si mette in forno caldo a 220°C, per 25-30 minuti, finché la focaccia si dora. Si sforna e si lascia intiepidire su una griglia. Io ho aggiunto un filo di olio sulla superficie appena sfornata.

Fonte: sciroppodimirtilliepiccoliequilibri.blogspot.it

Ricette999 is a recipe search engine that find recipes with advanced filters like ingredients, categories and keywords.
Ricette999 does not host recipes, only links to other sites. | FAQ | Privacy
Copyright 2020 ® v3 - Contatti